|<<-

Posts Tagged ‘Zona Holden’


Che notte, Holden!

Questa iniziativa organizzata dai nostri amici di Zona Holden – iniziativa a cui KULT Underground partecipa come partner – è una di quelle importanti, con una lunga storia alle spalle, e bei legami con realtà attive e interessanti. Un concorso gratuito, ma con premi di rilievo (anche economico) e che consente una ottima visibilità on-line, duratura, in caso di vittoria. Partecipare è facile (ci sono varie categorie, compresa una legata ai giochi di ruolo), ma la data di scadenza si avvicina – e quindi un po’ di pubblicità extra è quantomeno doverosa 🙂

 

ottava edizione del concorso per giovani creativi

Tema del concorso: tranquilla, inquietante, oscura, magica notte
Il concorso è articolato in quattro sezioni: Prosa, Poesia, Grafica e Avventura per gioco di ruolo.

È accettato ogni elaborato, ma il concorrente deve precisare in quale categoria intende iscriverlo (prosa, poesia, grafica, soggetto per gioco di ruolo).
È consentito partecipare con una sola opera per sezione. Lo stesso elaborato può essere iscritto in più sezioni in ciascuna delle quali sarà però valutato solo per la componente per cui è stato iscritto (testo, grafica, soggetto per gioco di ruolo).

Per tutte le sezioni la consegna può avvenire in due modi:
a mano o a mezzo posta presso
Biblioteca Rotonda via Casalegno 42, 41100 Modena (c/o Centro commerciale “Rotonda”), tel 059 441919 (Orari d’apertura: lunedì dalle 14 alle 20, da martedì a sabato dalle 9 alle 20)
per via telematica all’indirizzo
biblioteca.rotonda@comune.modena.it

Tutti gli elaborati dovranno essere consegnati entro e non oltre il 31 dicembre 2009, corredati di nome, cognome, data di nascita, indirizzo e numero di telefono dei partecipanti. Per i materiali inviati per posta fa fede la data del timbro postale

Allegato: Scarica il bando del concorso.

Sito ufficiale: http://www.comune.modena.it/biblioteche/holden/


Ombre corte a Modena…

Tra le tante ottime cose organizzate a Modena ce n’è una particolarmente intrigante: Ombre corte. Un corso per scrivere sceneggiature (tenuto dall’ottimo Stefano Ascari) che porterà gli iscritti a vedere tutte le varie fasi della realizzazione di un cortometraggio (compreso il casting :-)…) e che avrà un suo spazio all’interno di Buk – ovvero la fiera della piccola e media editoria che si tiene da un paio di anni a Modena.
Oltre a segnalare la cosa perché merita, aggiungo una piccola nota: entrambi i testi che verranno (almeno inizialmente) presi in considerazione per diventare un piccolo film sono tratti dalla "mia" antologia L’Ombra del Duomo. E uno dei due racconti è del sottoscritto 🙂
Non so ancora come si svolgerà il tutto – né quindi che probabilità ci sia che quel testo venga poi trasposto – ma dello "studio", beh, non posso che esserne entusiasta.

 
 
 
 
 
Ombre corte è un breve corso per scrivere una sceneggiatura per cortometraggio, partendo da un racconto. In particolare, saranno esaminati i racconti di Marco Giorgini e Giuseppe Sofo tratti dalla raccolta L’ombra del Duomo, edita da Larcher nel 2006.
Nel corso di Buk – Festival della piccola e media editoria gli iscritti al corso Ombre corte potranno partecipare ai workshop con Rita Charbonnier, scrittrice e sceneggiatrice per la televisione e il cinema.
Per partecipare è necessario prenotarsi da Venerdì 29 genaio al numero 059 2032940, oppure al punto informativo al 1° piano della Biblioteca Delfini.
 
Stefano Ascari muove i primi passi nel mondo del fumetto su diverse riviste locali Casablanca, Il Bosco, Shorties In. Le numerose trasferte ad Angoulème e a Lucca danno finalmente i loro frutti e nel 2008 esce la sua prima graphic novel David, per Edizioni BD (Milano) con i disegni di Andrea Riccadonna. A febbraio 2010 è prevista, per lo stesso editore, l’uscita della sua seconda graphic novel dal titolo Shutter Island (tratto dal romanzo di Denis Lehane) per i disegni di Andrea Riccadonna e Maurizio Rosenzweig.
 
Marco Giorgini è responsabile del settore R&D in una delle più importanti software house che si occupano di linguistica applicata. Dal 1994 coordina l’e-zine KULT Underground e dal 1996 la casa editrice digitale KULT Virtual Press; ha scritto racconti e sceneggiature per cortometraggi, curato antologie e concorsi letterari, realizzato applicazioni e videogiochi per PC e iPhone. Da marzo 2005 è anche autore di una striscia a fumetti sul mondo degli esordienti chiamata Kurt.
 
Giusepe Sofo, giornalista e traduttore, ha scritto Dollville (Incontri, 2006) e Qui lo chiamano blues (Azimut, 2008), e ha pubblicato in antologie di narrativa e poesia in Italia, Europa e Stati Uniti. La traduzione inglese di Dollville (KVP, 2007) è andata in scena negli Stati Uniti presso il Dickinson College, e ad aprile di quest’anno in Italia. Ha studiato in tre continenti, parla correntemente quattro lingue, e ne “mastica” un altro paio. Al momento insegna italiano in scuole elementari e materne. www.facebook.com/l/492dd;www.giuseppesofo.com
 
Rita Charbonier è scrittrice e sceneggiatrice. Il suo primo romanzo La sorella di Mozart (Corbaccio, 2006), è stato tradotto in inglese, francese, tedesco, spagnolo e olandese e pubblicato in 12 nazioni, tra le quali gli USA; nell’aprile 2009 è uscito per i tipi Piemme La strana giornata di Alexandre Dumas. Come sceneggiatrice ha lavorato per RAI e Mediaset in numerosi programmi come: Forum, Vivere, Cuori rubati, La squadra, Sottocasa, Don Matteo e Agrodolce. Un suo soggetto cinematografico ha vinto Film Story Competition di Euroscript e un suo trattamento per docufiction è stato premiato nel corso del XIX Torino Film Festival.


Video Interviste per “Ombre corte”

Ombre corte, mini corso di sceneggiatura, inizia questo sabato alle 15 alla Biblioteca Rotonda di Modena – e gli organizzatori hanno pensato di preparare un paio di video-interviste a tema da mettere on-line, una al relatore degli incontri (Stefano Ascari) e l’altra al sottoscritto. Realizzazione tecnica by Zona Holden – curata da Walter Martinelli. Trovate i due filmati (di pochi minuti) a questo indirizzo: http://www.comune.modena.it/biblioteche/holden/vi_giorgini2010.htm